MICOTTIS


Vai ai contenuti

Menu principale:


www.micottis.it



Micottis 22 gennaio 2011

ALPINI COME TE


Alla Gente di Micottis.

Al crepuscolo di sabato 22 gennaio scorso ho finalmente visto Micottis per la prima volta. Pur amando la Vostra meravigliosa alta valle del Torre mai ne' io ne' mia moglie avevamo avuto l'occasione di venire lassu'da Voi.
Pero' alle volte il destino fa conoscere i luoghi, le persone e le storie in modo insospettato, ma anche semplice e qualche volta purtroppo fatto di un dolore vero e composto come quello che ha permeato tutto il Vostro piccolo borgo all'apprendere che il Vostro Alpino Luca Sanna non sarebbe piu' stato con Voi.

Un dolore che avvolgeva le Vostre case e che era anche il mio e di mia moglie li' accanto a me.
L'Alpino Luca Sanna, il Vostro Alpino era Caduto laggiu' in Afghanistan, ucciso nell'adempimento di un dovere e per il rispetto di un qulacosa che sentiva necessario svolgere: dare un servizio per la causa di popolazioni piu' sfortunate, da portare avanti con generosita' e sacrificio e con quella umanita' che aveva conquistato anche Voi che generosamente lo avevate di fatto adottato, assieme alla sua cara moglie Daniela. Nel silenzio di quel sabato di Micottis al calare della sera davanti ad una semplice casa c'erano dei lumini accesi in segno di ricordo e di preghiera; e allora ecco eravamo giunti in quel luogo, in quel angolo di Micottis al quale portare anche il nostro pensiero e la nostra partecipazione, in pellegrinaggio per rendere omaggio ad un Alpino della Julia che in vita aveva scelto con entusiasmo di vivere assieme a Voi, pur essendo di una terra italiana cosi' lontana come la Sardegna, costruendo li' il suo "nido come le rondini". Abbiamo lasciato sulla porta di quella casa anche noi un segno della nostra riconoscenza ad un ragazzo, un Alpino, che con il suo sacrificio ha onorato ogni italiano che crede in quei valori che ognuno di noi dovrebbe portare avanti con dignita' e decoro. Da alpino, anch'io non potevo non lasciare un segno dove Luca aveva deciso di vivere. Abbiamo lasciato li' a ricordo del nostro affetto e del nostro passaggio una piccola coccarda con i colori della nostra Patria con appeso un piccolo cappello d'alpino e, vicino, un foglio appeso con su scritte alcune poche righe per onorare il nostro Alpino Luca:
"Caporal Maggiore Luca Sanna dell'Ottavo Reggimento Alpini della Brigata Julia. Sei venuto a vivere qui a Micottis di Lusevera. Alpino e Italiano. Dalla natia Sardegna a questo estremo lembo orientale della nostra amata Patria. Hai unito il tuo Cuore a quello delle Genti di qui. Italiano fra Italiani. Il tuo Spirito qua resta come resta con te lo Spirito di chi ti ha voluto bene anche da qui, dando a te affetto e riconoscenza. Da Alpino della Julia meriti solo rispetto perche' sei Caduto in Afghanistan non per soldi mercenari ma per dare servizio ed aiuto a chi capivi che ne aveva bisogno, nel rispetto di un dovere sconosciuto ad assassina mano vigliacca e traditrice. Il tuo sacrificio in Afghanistan e la tua vita in amicizia in questo lembo di Friuli sono un dono prezioso offerto alla nostra comune Patria Italiana. Si, la tua vita e il tuo "andare avanti" onora tutti noi che dalla Sardegna al Friuli e da ogni altro lembo di terra italiana diamo un senso avalori come solidarieta', identita', amor di patria e unita'. Insieme uniti per questa Nazione che tu Luca hai onorato alla stessa maniera di tutti gli altri che prima di te si sono allo stesso modo sacrificati. Questa Nazione che quest'anno compie 150 anni di unita' e che riceve date la testimonianza piu' alta di cosa significhi sentirsi uniti in un'unica Terra dei Padri. Terra che ha lasciato andare ancora una volta un suo nobile Figlio Alpino avanti nel Paradiso di Cantore".
Al ritorno io e mia moglie ci siamo sentiti arricchiti perche' dilatando li' i nostri cuori abbiamo raccolto l'amore e il rispetto che i Vostri Spiriti avevano donato all'Alpino Luca. So che non lo dimenticherete mai nobile gente di Micottis. Avete arricchito lui e la sua donna con il Vostro affetto che loro hanno ricambiato lasciandovi un patrimonio di umanita' e amicizia che restera' per sempre.
Non credo che in nessun altro posto come Micottis, grazie a Voi ed al nobile cuore di un ragazzo sardo, si sia realizzato cio' che veramente andrebbe ricordato e festeggiato a onore dei 150 anni della nostra Patria: la fraternita' fra gli italiani di ogni cultura in una unita' fatta di generosita', amicizia, condivisione, laboriosita' e sacrificio.
Grazie, anche per quello che abbiamo compreso quella sera da Voi, ricordando e onorando il Caporal Maggiore dell'Ottavo Reggimento Alpini della Julia,
Luca Sanna.

Alpino Oliviero Augusto, di Gorizia

Home Page | LUCA SANNA | CONOSCERE MICOTTIS | Mappa del sito


oggi il | sinben@micottis.it

Torna ai contenuti | Torna al menu